Gateau di patate

Gateau di patate. Oggi più che cucinare ho osservato mia cognata preparare il gateau di patate suggerendo solo qualche idea per farne anche uno vegetariano.

Ecco cosa abbiamo prodotto, questo è il gateau vegetariano!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E il secondo è per gli onnivori con la mortazza!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Gateau di patate

Sono tanti i modi di preparare il Gateau di patate e io stessa nel blog ho una versione del tutto personale coi peperoni, buonissimo! Però oggi ho voluto pubblicare quello classico anche se giurerei che ognuno lo fa in modi diversi, questo è molto soffice perchè ha il latte nell’impasto, e voi come lo fate?

Intanto vi spiego il mio.

Ingredienti:

un kg. di patate possibilmente vecchie così non sono acquose

3 uova

mezzo bicchiere di latte, circa 60 gr.

una scamorzina bianca e una affumicata

100 gr. di pecorino romano grattugiato

pepe nero

sale rosa

prezzemolo

burro

pangrattato

200 gr. di mortadella

pistacchi

Procedimento:

Questo piatto pur essendo un po’ lungo da preparare a motivo della cottura delle patate è molto semplice e io cuocendo le patate nella pentola a pressione l’ho velocizzato un po’. Ho lavato e tagliato le patate a metà e messe in pentola a pressione sul cestello con un bicchiere d’acqua sul fondo e ho contato 15′ dal fischio. Già ho recuperato circa mezz’ora di tempo, poi senza spellarle a mano le ho messe nella schiacciapatate con tutta la buccia con la parte tagliata in basso così si sono schiacciate senza scottarmi e senza altra perdita di tempo a sbucciarle perchè la buccia si è attaccata allo stantuffo, ho unito le uova, il sale, il pepe, il prezzemolo e il pecorino, poi ho diviso in due gli impasti e abbiamo imburrato e pangrattato due teglie, abbiamo steso metà impasto e al centro messo i pistacchi e la scamorza e coperto con altro impasto e nell’altra teglia unito anche la mortadella. Abbiamo spolverato la superficie con abbondante pangrattato e qualche fiocchetto di burro,coperto e messo in frigo a riposare per la notte, la mattina dopo abbiamo infornato  per circa 40′ a 200° e a ora di pranzo abbiamo solo riscaldato un po’. Questo passaggio in frigo da’ una bella consistenza all’impasto, un po’ come i crocchè così che dentro è soffice e fuori c’è una deliziosa crosticina croccante.

A me è piaciuto tantissimo quello vegetariano perchè i pistacchi hanno dato un tocco saporito e profumato insieme alla scamorzina affumicata mentre ai carnivori è piaciuta quella con la mortadella che l’ha fatta da padrona, ma con piacere vi comunico che hanno voluto assaggiare la nostra…e voi non volete assaggiarne un pezzettino?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lascia un commento

You May Also Like

CONSIGLIA A Napoli il Bufala Fest