Sciroppo di Rose Rosse

Sciroppo di Rose Rosse

Sciroppo di Rose Rosse

Ricetta semplice

Maggio…il mese delle rose…rosse sono stupende…come usarle in cucina se non preparando uno sciroppo di rose rosse dissetante e dall’aspetto invitante?

Sciroppo di Rose Rosse

Sciroppo di Rose Rosse

 

Sciroppo di Rose Rosse

Per questa preparazione andrebbero usate rose antiche come la Gallica officinalis, la centifolia Rugosa e la centifolia muscosa, molto profumate, ma anche la rosa damascena è adatta, comunque per chi non possegga un roseto antico si rassicuri, qualunque rosa va bene, non c’è problema…l’importante è che sia biologica!!! Le rose sono usate oltre che per lo sciroppo anche per canditi, confetture e profumi, a volte si trovano in vendita addirittura i petali nei mercatini, nelle fiere o nelle drogherie, io invece le ho raccolte nel giardino della mia amica Clara!

La raccomandazione è la solita miei cari lettori, come dicevo bisogna raccogliere fiori sani in posti non trafficati e non trattati con pesticidi anticrittogamici e fertilizzanti chimici perchè non vanno assolutamente lavate, insomma rose edibili ma che siano profumatissime; c’è chi consiglia di raccoglierle di prima mattina e chi al tramonto…io le ho raccolte di pomeriggio, è importante non raccoglierle se sono bagnate dalla pioggia!

Vogliamo vedere come ho fatto?

Sciroppo di Rose Rosse

Sciroppo di Rose Rosse

Sciroppo di Rose Rosse

Ingredienti:

  • 300 grammi di petali di rose profumate non trattate e non lavate.
  • 1/2 litro di acqua
  • 200 grammi di zucchero
  • buccia di un limone non trattato

Preparazione:

  1. Bollire l’acqua il una pentola insieme allo zucchero e alla parte gialla della buccia di limone.
  2. Quando lo zucchero si è sciolto unisci i petali spezzettati al momento e copri col coperchio e lascia in infusione per 24 ore. (Io ho messo meno zucchero perchè troppo dolce non mi piace ma c’è chi mette stesso peso do acqua e zucchero)
  3. Scola e filtra premendo delicatamente i petali per estrarre tutto il profumo delle rose.
  4. Riporta a bollore e conserva subito in barattoli sterilizzati al fresco e al buio per preservare il colore e il profumo.

Sciroppo di Rose Rosse

Uso:

Conservando lo sciroppo di rose nelle vaschette del ghiaccio lo puoi servire agli ospiti o in un buon bicchiere di vino bianco ghiacciato o semplicemente in acqua freschissima con l’aggiunta di una spremuta di limone o che dire di preparare un bel cocktail, o un aperitivo?…su su dai sfogo alla fantasia!

Usalo per bagnare e profumare torte o sul gelato, sullo yogurt, per arricchire una crema o sulla panna cotta o sulle crepes dolci o semplicemente come una bevanda dissetante estiva, ma cosa che non sapevo è ottimo anche caldo d’inverno nelle tisane dal gusto delicato, un toccasana, diuretico, antiinfiammatorio delle vie respiratorie, diluito in un bicchiere d’acqua calda contro tosse e bronchite, insomma le rose hanno tante proprietà tutte da scoprire…l’elisir delle mille e una notte!

Sciroppo di Rose Rosse

Sciroppo di Rose Rosse

conservazione:

versare nei cubetti del ghiaccio oppure in vasetti sterilizzati, preferibilmente al fresco e al buio per preservarne il profumo e il colore.

Ti è piaciuta questa ricetta? Ringraziandoti per aver visitato il mio blog ti invito a venire e mettere il tuo ”mi piace” sulla mia fanpage su Facebook!

Lascia un commento

You May Also Like

CONSIGLIA Gelato al matcha